Giornata rifugiato: Venezia, sabato a Forte Marghera una grande festa dedicata ai migranti

Sarà una particolare giornata di festa, piena di eventi e specialmente rivolta ai bambini e alle famiglie; s’intitola “Nomi, case, migranti, mari, città” l’iniziativa organizzata nell’intera giornata di sabato 23 giugno nell’area di Forte Marghera (Mestre) dalla diocesi di Venezia, dal Centro di lingua e cultura italiana per stranieri, dal Coro “Voci dal mondo” e dal gruppo “Prove di un mondo nuovo” (quello che ogni anno promuove le “72 ore” di volontariato per i giovani) in occasione della Giornata mondiale del rifugiato che ricorre domani 20 giugno. Si comincia alle 9 con un laboratorio di scrittura creativa per bambini che ha per titolo “Una lingua imperfetta. Rinominare il mondo”.  Alle 9.30, nella sala conferenze della Fondazione Forte Marghera, ci sarà la presentazione del libro “Io non lascio traccia. Storie di invisibili” di Denis Baldan. Seguirà la lettura di un brano tratto dal libro “Fake. Non è vero ma ci credo” di Daniele Aristarco. Al pomeriggio altre iniziative per bambini e ragazzi e adulti, tra cui un laboratorio per bambini dai 6 agli 8 anni con l’uso di collage e tempere. Gli alunni del Centro di lingua e cultura italiana per stranieri sceglieranno, fra tutte le proposte realizzate, il disegno che possa divenire il simbolo visivo di una scuola di stranieri aperta a tutti coloro che hanno necessità di imparare l’italiano. Dalle 18 sarà attivo “Nomi da gustare”, laboratorio etno-gastronomico aperto a tutti. Infine, alle 20 , il concerto “Polveriera austriaca” con il Coro “Voci dal mondo” – realtà decennale di integrazione multiculturale attraverso la musica – che accompagnerà la conclusione della giornata.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo