This content is available in English

Albania: i leader delle comunità religiose scrivono a Macron e Merkel, “decisione importante” aprire i negoziati di adesione all’Ue

“L’apertura dei negoziati di adesione dell’Albania all’Ue è una decisione importante”. È quanto scrivono in una lettera al presidente Emmanuel Macron e alla cancelliera Angela Merkel i leader delle comunità religiose del Paese. “Noi albanesi siamo parte dell’Europa”, di una “storia che risale fino alle sue origini”, e “radici culturali e sociali comuni ci uniscono”, si legge nel testo inviato oggi al Sir. “Riteniamo che il nostro cammino verso l’Ue rappresenti ciò che è sempre stato il desiderio della nostra gente”, di una “società libera in cui ognuno può esercitare i propri diritti, tra cui fondamentale è il diritto alla libertà di religione e credo”.

Musulmani, cattolici, ortodossi, protestanti, bektashi insieme si dicono “grati a Dio” che nella storia del popolo albanese sia sempre stato vissuto il “valore del rispetto per la differenza religiosa, in una convivenza armoniosa, come un’unica famiglia”. Parlano dei giovani, i leader religiosi sottolineano che “sono tra i più entusiasti dell’Europa” ma anche “tra i più frustrati, poiché vivono vicino ai coetanei europei” ma sono esclusi dalle loro opportunità. I leader religiosi chiedono quindi a Macron e Merkel il “sostegno al processo di adesione” in un momento in cui “i valori di tolleranza, solidarietà e diritti umani sono sottoposti a forti pressioni a causa del radicalismo, del fanatismo e di altre ideologie nefaste”, e riconoscere così “il desiderio sincero di tutti gli albanesi” e appoggiare “il nostro impegno irreversibile per l’Albania come parte dell’Europa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo