This content is available in English

Ue: Tajani incontra a Vienna il cancelliere austriaco Kurz. “Su migrazione e asilo i cittadini aspettano risposte efficaci”

(Bruxelles) “L’impegno dell’Austria per un’Europa che protegge, non poteva giungere in un momento più opportuno e decisivo. La crisi migratoria sta mettendo a serio rischio il progetto europeo col rischio di un ritorno ad una logica di frontiere nazionali. Mezzo miliardo di cittadini continua ad aspettare risposte efficaci che l’Unione non è ancora stata in grado di dare”. L’“esame di coscienza” sull’Ue questa volta arriva da una delle più alte cariche a Bruxelles, ovvero il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, che domani sarà in visita ufficiale a Vienna per un incontro con il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz. Tajani avrà anche un incontro bilaterale con Kurz “per discutere le priorità del prossimo semestre di presidenza austriaca del Consiglio Ue”, che prenderà il via il 1° luglio. Il presidente dell’Eurocamera afferma oggi: “Il Parlamento europeo ha fatto la sua parte approvando una riforma del sistema di asilo europeo che concilia fermezza e solidarietà. Mi appello ai capi di Stato e di governo affinché trovino un accordo al prossimo Vertice”, il 28 e 29 giugno, “partendo da questo testo”. Il Parlamento europeo lavorerà, spiega lo stesso Tajani, “con la presidenza austriaca sulle diverse priorità del semestre: oltre alla lotta all’immigrazione clandestina, sicurezza, prosperità e competitività e una politica di vicinato stabile, basata su una chiara prospettiva europea per i Balcani occidentali e l’Europa sudorientale”. “Invito, inoltre, l’Austria ad inserire l’Africa tra le priorità in cima all’agenda della sua presidenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo