Tribunale ecclesiastico siculo: mons. Legname (vicario giudiziale), “formazione permanente necessaria su indagine pregiudiziale”

“Ogni riforma processuale per le nullità del matrimonio, anche se mira a rendere più agevoli e più celeri i processi e a facilitarne l’accesso dei fedeli, sarà sempre insufficiente se non si dotano i Tribunali e le strutture pastorali e giuridiche di tutti quei mezzi necessari, materiali e umani, per il loro buon funzionamento e se non si garantisce la formazione umana, pastorale e canonica delle persone coinvolte a vario titolo in questo servizio ecclesiale. Il nostro corso di aggiornamento per gli operatori del diritto canonico nei Tribunali ecclesiastici si colloca dentro questa finalità di formazione permanente”. Così mons. Antonino Legname, vicario giudiziale del Tribunale ecclesiastico interdiocesano siculo, spiega le ragioni del primo corso di aggiornamento per gli operatori del Diritto canonico nei Tribunali ecclesiastici che si conclude oggi a Enna. Una tre giorni che, con l’ausilio di relatori e vescovi, aiuterà la riflessione e la conoscenza su questioni pratiche e sfide attuali di chi è chiamato, a vario titolo, ad accompagnare nel cammino quanti chiedono chiarezza sulla sacramentalità del loro matrimonio. Uno degli argomenti approfondito riguarda alcuni aspetti per lo svolgimento dell’“indagine pregiudiziale o pastorale”, “anche alla luce delle nuove figure pastorali e giuridiche individuate dalla recente istruzione della Congregazione per l’educazione cattolica”. “Stiamo cercando di capire meglio, con l’aiuto di esperti canonisti, fin dove deve giungere l’indagine pregiudiziale e quale figure pastorali e professionali sono coinvolte. Abbiamo l’occasione – aggiunge mons. Legname – anche di approfondire alcuni aspetti delle cause di nullità di matrimonio per limitazioni psichiche o psichiatriche; con l’apporto di professionisti, esperti in tali discipline, rifletteremo sulla natura ed il grado dei processi psichici che riguardano il consenso matrimoniale e la capacità della persona ad assumere gli obblighi essenziali del matrimonio”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori