Minori non accompagnati: Cir e Unhcr, in Sicilia sei eventi per sensibilizzare su figura del “tutore volontario”

Il Cir (Centro italiano rifugiati), con il supporto di Unhcr (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati), il progetto “Tutori volontari per i minori stranieri non accompagnati: percorsi di sensibilizzazione, costruzione di una rete di organizzazioni coinvolte nella protezione dei minori e percorsi di formazione per tutori volontari” voluto dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Sicilia. Nell’ambito del progetto, saranno organizzati nel mese di giugno sei eventi di sensibilizzazione alla tematica della tutela volontaria allo scopo di promuovere tale istituto, ma soprattutto per supportare organizzazioni e tutori diffondendo la conoscenza di servizi, attività ed eventi dedicati ai Minori stranieri non accompagnati in Sicilia. “È importante che il tutore volontario – figura introdotta dalla legge 7 aprile 2017 n. 47- non sia solo chiamato ad esercitare la rappresentanza legale del minore, ma anche a definire un percorso di crescita e autonomia condiviso che includa la partecipazione ad attività ricreative, occasioni di incontro con la comunità locale, percorsi di formazione e tirocini”, precisa il Cir. “I tutori volontari sono una figura fondamentale, è grazie alla loro generosità che si riesce effettivamente a garantire che i minori in fuga da guerre e persecuzioni ricevano la protezione di cui hanno bisogno e che il loro parere venga ascoltato in tutte le decisioni che li riguardano” dice Jesus Perez Sanchez, responsabile per i minori all’Unhcr: “In questo momento abbiamo bisogno che più persone si facciano avanti, soprattutto in Sicilia, siamo pronti a sostenerli con dei corsi di formazione specifici per permettere loro di svolgere un compito così importante”. Per saperne di più riguardo al progetto e conoscere gli eventi in programma: http://www.cir-onlus.org/tutela-volontaria-msna/.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa