Assisi: cittadinanza onoraria per la pace ad Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio

La città di Assisi ha deciso all’unanimità di conferire la cittadinanza onoraria per la pace ad Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio. Un gesto – afferma la Comunità di Sant’Egidio in una nota – che assume un significato ancora più forte in questi giorni in cui l’Italia appare dividersi su valori basilari anche nella Costituzione: l’accoglienza e la fraternità. Come ha ricordato mercoledì sera, 13 giugno, il sindaco di Assisi Stefania Proietti in consiglio comunale, la cittadinanza onoraria “rende la Comunità di Sant’Egidio particolarmente vicina alla città di san Francesco”. “La profonda affinità con lo spirito e la missione della Comunità di Sant’Egidio – ha affermato Proietti – ci incoraggia, pertanto, a stringere ancora di più i nostri legami e motiva in modo profondo la decisione di conferire la cittadinanza onoraria per la pace al suo fondatore, con particolare solennità proprio in occasione del cinquantesimo anniversario dalla fondazione”. “La Comunità di Sant’Egidio – si legge nella motivazione dell’onorificenza – si è spesa sempre nelle periferie del mondo con fedeltà e passione, in favore dei più poveri e dei più deboli, dei bambini, degli anziani, dei malati e dei disabili, dei senza dimora, delle minoranze, dei migranti e dei rifugiati; ha dato un contributo importante per la pace in molti paesi colpiti dalla guerra e dalla violenza; ha praticato con tenacia l’“arte del dialogo” e ha continuato e diffuso lo “spirito di Assisi” con gli incontri annuali di preghiera per la pace. La Comunità, in uno spirito di preghiera, di amicizia con i poveri e di pace, ha saputo farsi interprete del messaggio di san Francesco”. La data del conferimento della cittadinanza onoraria ad Andrea Riccardi sarà comunicata nei prossimi giorni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa