Ramadan: mons. Tremolada (Brescia), “crescere insieme, gli uni con gli altri”

“Noi possiamo testimoniare che abbiamo a cuore la volontà di crescere gli uni accanto agli altri, riconoscendo ciò che abbiamo in comune e manifestando rispetto per le nostre legittime differenze”. È quanto scrive il vescovo di Brescia, mons. Pierantonio Tremolada, nel messaggio inviato alle comunità islamiche di Brescia in occasione della chiusura del Ramadan, prevista per venerdì 15 giugno. Nel messaggio – come riporta il settimanale diocesano “La voce del popolo” – mons. Tremolada auspica che la festa di domani “possa essere una nuova occasione per dimostrare come possiamo essere comunità di credenti che sanno collaborare tra loro”. “Tutto questo – aggiunge il vescovo di Brescia – in modo particolare a favore dei nostri giovani, ai quali desideriamo trasmettere la nostra fede come un tesoro di grande valore sul quale costruire il nostro futuro e quello della nostra società bresciana”. Ricordando l’ormai prossima canonizzazione di Papa Paolo VI, mons. Tremolada guarda a lui come a un “uomo di questa terra e di questa chiesa”, nella cui persona “troviamo un modello a cui ispirarci; tra le parole di questo santo Papa troviamo anche quelle del documento del Concilio Vaticano II sulle Relazioni della Chiesa con le religioni non cristiane; in questo documento troviamo parole importanti che ci ricordano che la Chiesa deve saper promuovere i valori presenti nelle altre religioni”. “Abbiamo a cuore la vostra crescita nella vita spirituale autentica – conclude mons. Tremolada – e desideriamo accompagnarci per essere uomini credenti in questa nostra terra”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo