Governo: Moncalvo (Coldiretti), “bene il no alla ratifica del trattato di libero scambio con il Canada”

“La decisione di non ratificare il trattato di libero scambio con il Canada (Ceta) è una scelta giusta di fronte ad un accordo sbagliato e pericoloso per l’Italia”. È quanto afferma il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, esprimendo soddisfazione per le dichiarazioni dei ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio che ha annunciato l’intenzione del governo di chiedere al Parlamento di non ratificare il trattato Ceta e gli altri accordi simili, per tutelare i prodotti dop italiani. “Contro il Ceta – ricorda Moncalvo – si è sollevata una vera rivolta popolare che ci ha visti protagonisti su tutto il territorio nazionale dove hanno già espresso contrarietà 15 regioni, 18 province 2500 comuni e 90 Consorzi di tutela delle produzioni a denominazioni di origine”. L’accordo – spiega in un comunicato la Coldiretti –  è entrato in vigore in via provvisoria il 21 settembre 2017 in attesa di essere ratificato da tutti i Parlamenti degli Stati membri dell’Ue ma al momento, per le forti opposizioni, si sono espressi solo 11 Paesi su 28 ossia Danimarca, Lettonia, Estonia, Lituania, Malta, Spagna, Portogallo, Croazia, Repubblica Ceca, Austria e Finlandia. Per l’Italia l’opposizione è giustificata dal fatto che con il Ceta per la prima volta nella storia l’Unione europea legittima in un trattato internazionale – denuncia la Coldiretti – la pirateria alimentare a danno dei prodotti Made in Italy più prestigiosi. “È inaccettabile che il settore agroalimentare sia trattato dall’Unione europea come merce di scambio negli accordi internazionali senza alcuna considerazione del pesante impatto che ciò comporta sul piano economico, occupazionale e ambientale – afferma Moncalvo -. Occorre tenere presente che all’estero, sono falsi più di due prodotti alimentari di tipo italiano su tre e le esportazioni di prodotti agroalimentari tricolori potrebbero più che triplicare se venisse uno stop alla contraffazione alimentare internazionale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo