Summit di Singapore: Chiesa cattolica, dal 17 al 25 giugno una novena di preghiera e una conferenza per la riconciliazione e l’unità della Corea

(Foto: AFP/SIR)

Una novena di preghiera per la pace e una conferenza per la riconciliazione e l’unità del popolo coreano. Così la Chiesa cattolica di Corea sta vivendo questa pagina della sua storia che giungerà al culmine domani con il Summit di Singapore tra il presidente Usa, Donald Trump, e il leader nordcoreano, Kim Jong-un. I vescovi cattolici di Corea hanno lanciato una novena dal 17 al 25 giugno indicando per ogni giorno una diversa intenzione di preghiera: per la guarigione della separazione del popolo coreano; per le famiglie separate a causa della guerra coreana; per i fratelli e sorelle che vivono nel Nord; per i rifugiati di origine del Nord che ora vivono nel Sud; per i politici del Sud e del Nord; per l’evangelizzazione del Nord; per la promozione dei vari interscambi tra il Sud e il Nord; per la vera riconciliazione tra il Sud e il Nord; per la riunificazione pacifica tra il Sud e il Nord. Il 21 giugno, dalle 14 alle 17, presso il Seminario maggiore dell’arcidiocesi di Daegu, si terrà una conferenza su “Il futuro della penisola coreana attraverso gli interscambi tra il Sud e il Nord” con gli interventi dei vescovi di Uijeongbu e di Daegu e di alcuni esperti.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa