Papa in Irlanda: mons. McGuiness (Clogher), c’è “attesa” e “trepidazione”

“Attesa” e “trepidazione” per la visita del Papa ad agosto in Irlanda, in occasione della Giornata mondiale per le famiglie, “gioia ed entusiasmo per questo grande evento internazionale” sono i sentimenti espressi da mons. Joseph McGuiness, vescovo di Clogher, in un comunicato dopo la pubblicazione del programma del viaggio del Santo Padre in Irlanda il 25-26 agosto. “Era un nostro grande desiderio che il Papa potesse visitare il Nord dell’Irlanda, e questa richiesta era stata avanzata molto seriamente dai vescovi di tutte le diocesi del nord, così come dai leader delle principali Chiese cristiane”, scrive il vescovo di Clogher, diocesi che segna il confine tra Irlanda del Nord e Repubblica d’Irlanda. “Comprendiamo che, data la breve durata della visita, incentrata sulla celebrazione dell’Incontro mondiale delle famiglie, una visita al Nord non potrà far parte dell’itinerario del Papa”, scrive mons. McGuinnes, che parla di “comprensibile delusione”. Il vescovo spiega però che “Papa Francesco non è un giovane e questo pone dei limiti a quanto può fare in un breve viaggio”. Il vescovo si dice “incoraggiato” perché “si sta considerando” la possibilità di una futura visita al Nord. Sarebbe “fonte di incoraggiamento e sostegno per tutti gli abitanti del Nord che hanno sopportato così tanto e hanno lavorato duramente per la pace e la riconciliazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa