Papa Francesco: a Neocatecumenali, “mai deve cessare il ricordo dello sterminio di un popolo”

“Mai deve cessare il ricordo dell’atroce violenza, dell’indicibile dolore e dello sterminio di un popolo”. È quanto si legge nel messaggio inviato ieri sera da Papa Francesco, tramite il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, all’arcivescovo di Berlino, mons. Heiner Kock, in occasione del concerto alla Filarmonica di Berlino per il 40° anniversario del Cammino Neocatecumenale, durante il quale è stata eseguita “La sofferenza degli innocenti”, una celebrazione sinfonico-catechetica composta da Kiko Arguello. La Shoah, per il Papa, deve essere “un monito costante per tutti noi a un impegno di riconciliazione, di reciproca comprensione e di amore nei confronti dei ‘fratelli maggiori’, gli ebrei, e al contempo ad una vita dedita a favore dei sofferenti, degli indigenti e di tutti coloro che dal profondo anelano alla salvezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa