Nave Aquarius: mons. Spreafico (Frosinone), “sono esseri umani che abbiamo il dovere di accogliere”

“Sono esseri umani che abbiamo il dovere di accogliere”. Lo ha detto mons. Ambrogio Spreafico, vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino e presidente della Commissione Cei per l’ecumenismo e il dialogo, intervenuto stasera alla presentazione del libro “Noi fratelli”, di Giancarlo Mazzuca e Stefano Girotti, con prefazione di Papa Francesco. “Abbiamo il dovere di avere uno sguardo umano nei loro confronti. Lo dico da cristiano”, le parole del vescovo. A margine dell’incontro, Spreafico – precisando ai giornalisti di parlare a titolo personale – si è detto “preoccupato” riguardo al dibattito attuale sull’immigrazione, tema che “va guardato in maniera complessiva e globalizzata”. “Siamo in una situazione – l’analisi – in cui i profughi saranno sempre di più, e l’Occidente ha responsabilità come la hanno altri Paesi. Bisogna guardare al problema non in maniera semplificata, altrimenti le misure rischiano di risolvere un problema ma non la questione nella sua complessità”. “Ci sono responsabilità dell’Europa – ha concluso – e dell’Italia, che ha sempre mostrato un volto accogliente”. Parlando dei rapporti tra cristiani e musulmani, tema del libro,   Spreafico ha esortato a “fare memoria della storia e delle ferite, in un tempo che qualcuno ha definito l’età della rabbia, delle contrapposizionidi, dei particolarismi, dei sovranismi”.
© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa