Migranti: da stasera su Tv2000 docufilm “Angeli del mare” sulla Guardia Costiera di Lampedusa

Andrà in onda questa sera, su Tv2000, la prima puntata della serie di docufilm “Angeli del mare”. A partire dalle 21.05 verranno raccontate le operazioni di soccorso e sbarco in Sicilia di circa 600 migranti con donne e bambini della nave Aquarius della ong Sos Mediterranée risalenti all’estate 2017. La serie, con un totale di 10 puntate dirette da Simone Gandolfo e prodotte da Samarcanda Film in collaborazione con Macaia Film, verrà poi trasmessa dal 18 giugno, dal lunedì al venerdì, alle 20.45 e ricostruirà il lavoro della Guardia Costiera di Lampedusa e i soccorsi alle imbarcazioni di migranti provenienti dall’Africa. I docufilm sono stati realizzati con la collaborazione della Guardia Costiera, la Croce Rossa Italiana, la ong Open Arms, Medici senza frontiere e con il patrocinio della Fondazione Migrantes, il Dicastero vaticano per il Servizio dello sviluppo umano integrale – sezione Migranti e Rifugiati, l’Unhcr e Save the Children.
“Gli ‘Angeli del mare’ – si legge in una nota – sono donne e uomini della Guardia Costiera addestrati a intervenire in situazioni limite, in cui anche una piccola distrazione può essere fatale. Salvare la vita dei naufraghi non è infatti solo questione di tecnica, ma di cuore e di coraggio”. “La cosa più bella di ogni puntata (girate nel 2017) – afferma il direttore di Tv2000, Paolo Ruffini – è l’incontro ravvicinato che permette di fare ad ognuno di noi con le storie di chi come ha detto Papa Francesco – incontrando una delegazione della Guardia costiera – rischia ogni giorno la vita per salvare quella degli altri e poi deve mettere la propria faccia di fronte a una società che non lo capisce”. “Angeli del mare” – conclude Ruffini – “porta ognuno di noi in prima linea, ci fa incontrare occhi negli occhi i naufraghi, cerca di seguire anche le loro di storie (i loro drammi, i loro sogni) e di farle incontrare con le nostre vite”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa