Diocesi: Chiavari, al termine del Sinodo il vescovo Tanasini ha consegnato le linee pastorali. “Decisivo crescere nella comunione”

Il vescovo di Chiavari, mons. Alberto Tanasini, consegna il documento “Per una Chiesa chiavarese che si rinnova nella gioia del Vangelo”

“È decisivo anche per noi crescere nella comunione. Il ‘camminare insieme’, il ‘sederci attorno ad un tavolo’ interessati alla vita della nostra comunità ha risvegliato attenzione, desiderio di partecipazione, senso di responsabilità, gioia dell’incontro e della condivisione. Chiedo che non abbandoniamo questa esperienza sinodale che lo stesso Papa Francesco ci chiede di attuare”. È quanto scrive il vescovo di Chiavari, mons. Alberto Tanasini, nel documento “Per una Chiesa chiavarese che si rinnova nella gioia del Vangelo” consegnato ieri al termine del cammino sinodale che ha visto coinvolta per due anni la diocesi ligure. Nelle “Linee pastorali del vescovo alla luce del lavoro sinodale”, mons. Tanasini sottolinea che “prima di tutte le linee organizzative e le strategie pastorali è necessario lasciarci spingere dall’amore di Cristo e dall’amore per le donne e gli uomini del nostro tempo e farci rinnovare da questo amore autentico, rinunciando alle chiusure su noi stessi”. Per “Promuovere la Comunione”, il vescovo indica alcuni strumenti operativi: l’istituzione di “consigli pastorali di ambito”, con il compito di “favorire lo stile sinodale” affinché le comunità ecclesiali “siano luoghi di incontro e di ascolto reale e rispettoso dei bisogni e delle domande delle persone. Siano promotori di dialogo e collaborazione”. Una seconda linea d’azione riguarda “la formazione” che dev’essere “tesa alla conoscenza del Vangelo”. Richiesta poi una maggiore “cura delle liturgie, specie durante la celebrazione delle sante messe” così come è sottolineata la necessità di “promuovere l’alleanza tra le realtà educative chiesa/ famiglia/ scuola/ mondo dello sport; prendersi cura delle solitudini; essere attenti alla realtà delle famiglie oggi”. Il punto conclusivo riguarda “La carità che non abbia finzioni”. Mons. Tanasini annuncia poi che in autunno inizierà la seconda visita pastorale alla diocesi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa