This content is available in English

Austria: ventidue nuovi sacerdoti nel 2018. Numerosi i diaconi provenienti da altri Paesi. A Vienna sei ordinazioni

foto SIR/Marco Calvarese

Saranno almeno 22 i diaconi che saranno ordinati sacerdoti durante tutto il 2018 in Austria, dei quali alcuni non nativi hanno concluso il loro percorso sacerdotale nelle varie diocesi del Paese: 2 in più rispetto al 2017, ma lontano dalla media quando si raggiunsero anche le 35 ordinazioni. La maggior parte si concentrano nel periodo dalla Pasqua all’estate: in particolare è tradizionale la data del 29 giugno, festa dei santi Pietro e Paolo. Oltre a otto austriaci i candidati vengono da vari Paesi, aumentando il carattere internazionale del clero locale. La maggior parte ha già lavorato o completato studi accademici prima degli studi teologici: i nuovi sacerdoti saranno pittori, chimici, ingegneri civili, assistenti sociali, informatici, giornalisti. Otto dei futuri sacerdoti appartengono a un ordine religioso. L’ordinazione più numerosa si terrà il 16 giugno a Vienna dove il card. Christoph Schoenborn consacrerà sei diaconi: due viennesi, due polacchi, un tedesco del seminario di Vienna e un cileno del Cammino neocatecumenale. Il 17 giugno a Innsbruck saranno ordinati un teologo salisburghese francescano e un giovane locale, mentre a Graz un vietnamita sarà ordinato con un francescano e un giovane della Stiria: mentre il 29 giugno due seminaristi nigeriani saranno ordinati sempre a Graz, come a St. Pölten nello stesso giorno un giovane originario della Bassa Slesia diverrà sacerdote. Ed il 1° luglio il vescovo tedesco di Passau, mons. Stefan Oster, celebrerà una consacrazione coordinata austro-tedesca di due seminaristi salesiani, presso l’abbazia benedettina bavarese di Benediktbeuern.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa