Cristiani d’Oriente: card. Sandri (Chiese orientali), “è importantissimo che sentano la nostra solidarietà e vicinanza”

“È importantissimo che loro (i cristiani dei Paesi mediorientali, ndr) sentano, vedano e possano toccare con mano la nostra solidarietà e vicinanza. Lo diciamo anche in una maniera molto specifica per la Terra Santa: perché le visite dei pellegrini da ogni parte del mondo portano anche una consolazione. Noi consigliamo che in tutte queste visite in Terra Santa ci sia anche una visita alla comunità cattolica, ai vescovi, ai fedeli, ai seminaristi e ai laici”. Lo afferma il card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali, in un’intervista rilasciata a “Vatican News”. Il porporato nei prossimi giorni si recherà in Libano. Parlando della sua esperienza a capo della congregazione vaticana, ha ricordato la “grande gioia di aver potuto essere amico e di conoscere tante persone, tanti vescovi, patriarchi, sacerdoti, laici, di questi Paesi che hanno sofferto tanto”.

Un altro aspetto importante, secondo il porporato, è la “relativizzazione di tante paure e di tanti schemi che noi abbiamo qui in Occidente, dove, grazie a Dio, abbiamo la pace, la sicurezza, e ci perdiamo invece in tante ‘stupidaggini’”. “Queste persone invece mi hanno fatto capire la vera realtà che noi tutti dobbiamo perseguire: il trionfo del Signore Gesù nella nostra vita e nella vita del mondo, attraverso la giustizia e la pace”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori