This content is available in English

Ue: Bruxelles, consultazione pubblica sul futuro dell’Europa. “Esercizio unico di democrazia partecipativa”

(foto SIR/CE)

(Bruxelles) Per la prima volta nella storia dell’Ue, la Commissione ha convocato 80 cittadini europei da 27 Stati membri per preparare una consultazione pubblica sul futuro dell’Europa. Riuniti il 5-6 maggio a Bruxelles, presso la sede del Comitato economico e sociale europeo (Cese), definiranno i 12 temi che comporranno la consultazione online. Il Cese, che nel 2017 ha già organizzato alcune consultazioni sul futuro dell’Europa negli Stati membri nel quadro del Libro bianco di Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, ha raccolto l’idea del ministro francese per gli affari europei Nathalie Loiseau, che alla sessione plenaria del Cese a marzo ha presentato il processo di consultazioni europee proposte dal presidente Emmanuel Macron. Questo sarà un “esercizio unico di democrazia partecipativa” che “vedrà i cittadini plasmare la conversazione sul futuro dell’Europa in vista delle elezioni del Parlamento europeo nel maggio 2019”, spiega una nota del Cese. È previsto che l’incontro di Bruxelles si apra con una sessione plenaria, seguita da una serie di gruppi di lavoro che si svolgeranno in parallelo e in cui saranno definiti i 12 temi essenziali che “oggi preoccupano i cittadini europei”. I temi diventeranno un questionario a cui potranno rispondere tutti i cittadini europei e un punto di partenza per gli Stati membri che desiderano organizzare iniziative ulteriori. Questo “strumento pan-europeo” sarà lanciato dalla commissione il 9 maggio, Giornata dell’Europa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo