Tribunale interdiocesano calabro: card. Bassetti, “lavorare con sapienza e ricerca della verità per liberare le coscienze”

“Non si tratta soltanto di realizzare una casa bella e accogliente, ma di essere noi accoglienti nei confronti delle persone. Quello che avete fatto è un grande atto di carità”. Lo ha detto il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, intervenendo stamattna all’inaugurazione del nuovo Tribunale interdiocesano calabro, a Reggio Calabria.
“Le persone che si rivolgono al tribunale ecclesiastico sono spesso prevenute, spaventate e sofferenti nell’aprire il loro cuore, raccontare i sogni svaniti nel nulla, spesso diffidenti e preoccupati di non essere capiti e compresi nel loro fallimento e angustiati di non poter ottenere la giustizia e la verità del loro matrimonio”, ha aggiunto. Per questo il porporato ha chiesto di “metterci nei panni di queste persone che hanno bisogno di essere messi a proprio agio, rasserenati e capiti”.
Il card. Bassetti, che ha illustrato il Mitis Iudex Dominus Iesus di Papa Francesco, ha chiesto agli operatori del nuovo Teic di non lavorare per un “espletamento burocratico”, ma “con sapienza e ricerca della verità per una liberazione delle coscienze”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo