Papa Francesco: a Guardie Svizzere, “ammirato da disciplina, senso ecclesiale, discrezione e professionalità”

“È bello vedere un giovane come voi che dimostra attenzione agli altri, e che con premura è disponibile verso quanti sono nel bisogno”. È l’omaggio alle 33 nuove Guardie Svizzere, ricevute oggi in udienza dal Papa nella Sala Clementina, in occasione del loro giuramento. “Non è sempre facile testimoniare questo atteggiamento, ma con l’aiuto del Signore è possibile”, ha garantito Francesco, esortando le nuove reclute a non stancarsi “di incontrare il Signore Gesù nella preghiera comunitaria e personale, nell’ascolto attento della Parola di Dio e nella partecipazione fervorosa all’Eucaristia. Il segreto dell’efficacia del vostro lavoro qui in Vaticano, come pure di ogni vostro progetto è, infatti, il costante riferimento a Cristo”. “Sono ammirato dalla disciplina, dal senso ecclesiale, dalla discrezione e dalla professionalità austera ma serena con cui svolgete ogni giorno il vostro servizio”, le parole con cui il Papa ha espresso la sua  gratitudine all’intero Corpo della Guardia Svizzera Pontificia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo