Vescovi Piemonte e Valle d’Aosta: mons. Arnolfo (Vercelli) nuovo vicepresidente della Conferenza episcopale regionale

L’arcivescovo di Vercelli, mons. Marco Arnolfo, è il nuovo vicepresidente della Conferenza episcopale piemontese (Cep). La nomina è arrivata nel corso della riunione di Piemonte e Valle d’Aosta svoltasi martedì 22 maggio durante i lavori della 71ª Assemblea generale dei vescovi italiani, in Vaticano. Né dà notizia oggi la Cep in una nota firmata da mons. Gianni Sacchi, vescovo di Casale Monferrato e delegato per le comunicazioni sociali della Cep. Nel corso dei lavori è stato affrontato il tema della “modifica del calendario liturgico regionale riguardante la Solennità della dedicazione della propria chiesa e la Solennità della Chiesa locale”. I vescovo hanno preso “la decisione unanime di accogliere la richiesta di sopprimere la festa della Chiesa locale che veniva celebrata la 33ª domenica del Tempo ordinario”.
I vescovi hanno poi provveduto alla revisione e attribuzione di alcune deleghe rimaste vacanti: mons. Egidio Miragoli (Mondovì) lascia la delega per la dottrina della fede e l’annuncio della catechesi che viene assunta da mons. Luigi Testore (Acqui); mons. Miragoli curerà l’Osservatorio giuridico; mons. Sacchi (Casale Monferrato) che ha già la delega per le Comunicazioni sociali assumerà anche quella per la liturgia e il coordinamento degli esorcisti. Per quanto riguarda l’Associazione Collaboratori familiari del clero della Regione Piemonte e Valle d’Aosta, Anna Maria Viancino (Casale Monferrato) è stata confermata coordinatrice così come l’assistente spirituale don Luigi Binello (Asti). “Su richiesta di diversi vescovi – conclude la nota – mons. Sacchi e mons. Miragoli prepareranno un breve documento giuridico-pastorale per il coordinamento e la condivisione degli esorcisti in Piemonte e per dare linee comuni per la celebrazione di Sante messe in cui si invoca la guarigione del corpo e dello spirito”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa