Giornata mondiale rifugiato: Unhcr, tanti eventi di arte, musica, cibo e sport #withrefugees

Tante iniziative culturali in tutta Italia sui temi del cibo, della musica, dello sport, dell’arte, per sensibilizzare l’opinione pubblica sul contributo positivo che rifugiati e migranti possono dare al cambiamento sociale. Verranno realizzate in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato che si celebra in tutto il mondo il 20 giugno: sono state presentate oggi a Roma dall’Unhcr (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati) nella sede della Sioi (Società italiana per l’organizzazione internazionale), con lo slogan della campagna #withrefugees, che comprende anche una petizione popolare. Tutti gli eventi sono organizzati in partenariato con numerose realtà della società civile, che coinvolgono anche rifugiati e richiedenti asilo e numerosi testimonial. Tra questi, una mostra fotografica all’Auditorium Parco della musica di Roma con scatti di fotografi siriani del progetto “Life in Syria” sulla vita quotidiana sotto le bombe; porte aperte alla cittadinanza nei centri Sprar che accolgono richiedenti asilo di Cividale del Friuli, Trieste e Napoli; festival di street food e iniziative di ristorazione con cibo etnico a Palermo, Pollenzo, Roma; una performance dell’artista britannica Kate Daudy a Palermo il 17 giugno in una tenda per rifugiati presa in prestito dal campo profughi di Zaatari in Giordania; un concerto di world music il 20 giugno a Villa Ada a Roma; partite di calcio con giocatori famosi e richiedenti asilo; la collaborazione con i 5000 notai italiani per far sapere a migranti e richiedenti asilo quali sono i loro diritti; spot video e radio; e infine, il 20 giugno a Roma, la presentazione del rapporto statistico dell’Unhcr “Global trends 2017” sulle tendenze mondiali dei flussi migratori.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa