Germania: card. Marx (Dbk), “enciclica Laudato si’ eccellente impulso per lo sviluppo della società sudafricana”

Il presidente della Conferenza episcopale tedesca (Dbk), cardinale Reinhard Marx, è rientrato oggi dalla sua visita in Sudafrica, successiva all’8° convegno episcopale afro-tedesco tenutosi in Madagascar. Marx si è confrontato con i rappresentanti della Chiesa e della società sudafricana, analizzando la situazione sociale e lo sviluppo religioso. Il cardinale ha constatato che la società sudafricana, pur con i grandi successi dal superamento dell’apartheid, offra spesso scarse opportunità di partecipazione, soprattutto ai giovani: la promessa di una società prospera e multietnica non è stata ancora soddisfatta per molte parti della popolazione. Il Sudafrica affronta problemi in quanto Paese con crescente immigrazione e aumento della xenofobia: “È impressionante ciò che è stato creato in questo Paese negli ultimi decenni – ha riferito Marx –, ma le divisioni etniche ed economico-sociali continuano ad essere un onere importante”. A Cape Town, il cardinale Marx ha avuto un lungo colloquio con l’arcivescovo anglicano Thabo Makgoba, successore del premio Nobel per la pace Desmond Tutu. Insieme con Makgoba, Marx ha incontrato i membri di un gruppo di studio nazionale dedicato ai problemi sociali e ambientali causati dal comparto minerario, fondamentale per l’economia del sudafricana. Questo gruppo comprende leader di chiese cristiane, organizzazioni non governative e compagnie minerarie.
Il porporato ha sottolineato che “l’enciclica Laudato si’ è un eccellente impulso per l’ulteriore sviluppo della società”. Marx ha reso anche onore all’importante processo di riconciliazione nazionale visitando l’Apartheid Museum di Johannesburg.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa