This content is available in English

Eutanasia in Portogallo: respinte 4 proposte di legge. I vescovi, “vittoria della vita e della democrazia”

“La Conferenza episcopale portoghese si congratula per il fatto che siano stati respinte le proposte di legalizzazione dell’eutanasia nell’Assemblea della Repubblica”. È con una nota del segretario generale dei vescovi lusitani, padre Manuel Barbosa, che la Chiesa cattolica ha espresso la soddisfazione per l’esito della votazione in Parlamento che ha portato ieri alla bocciatura delle quattro proposte di legge per la depenalizzazione dell’eutanasia. È una “vittoria della vita”, perché non la si dovrebbe mai “mettere ai voti” in modo da poterla togliere. È anche “una vittoria per la democrazia e per tutti coloro che si sono impegnati a difendere la vita”, scrive ancora Barbosa, riferendosi alle numerose istituzioni della società civile, le associazioni di professionisti cattolici, le confessioni religiose che “si erano espresse congiuntamente contro l’eutanasia”. Parole di riconoscenza anche per “il ruolo attivo” che “tutte le comunità cristiane e i loro pastori hanno svolto in questo processo di difesa della vita attraverso la preghiera e la consapevolezza”. Riprendendo le parole del cardinale patriarca di Lisbona, Manuel Clemente, padre Barbosa rilancia la necessità di una “società solidale e palliativa in cui tutti si sentano protetti”. “La vita”, ricorda ancora Barbosa “è un bene assoluto e quindi deve essere assolutamente protetto e promosso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa