European Development Days: Avsi, due donne dall’Uganda a Bruxelles per presentare testimonianze di riscatto

Due donne da uno slum di Kampala, beneficiarie e protagoniste di un programma in Uganda per la promozione delle donne, parteciperanno con Avsi agli European Development Days, a Bruxelles. Sono Teddy Bongomin, ora assistente sociale di Meeting point international (Mpi), e infermiera carismatica impegnata nell’assistenza di donne sieropositive, e Sharon Akidi, giovane insegnante. Al principale forum europeo sulla cooperazione internazionale e lo sviluppo racconteranno, a partire dalla loro storia personale, come l’ong Avsi e Mpi intendono e promuovono l’empowerment femminile. L’edizione di quest’anno della manifestazione è incentrata sull’emancipazione e sulla partecipazione delle donne allo sviluppo sostenibile. Ogni anno più di 8.000 persone e 1.200 organizzazioni da oltre 140 Paesi partecipano agli Edd e quest’anno Avsi è tra le pochissime ong a rappresentare l’Italia con uno stand tematico. “Il tema dell’empowerment femminile è considerato prioritario da chi opera a tanti livelli per favorire uno sviluppo sostenibile e duraturo. Perciò non possiamo limitarci a ragionamenti teorici, ma dobbiamo ascoltare chi ha vissuto sulla propria pelle il percorso di cambiamento e uscita da una situazione di grave vulnerabilità – afferma Giampaolo Silvestri, segretario generale di Fondazione Avsi -. Solo se si parte da esperienze autentiche possiamo riuscire a mettere a fuoco modelli efficaci per far sì che nessuna donna veda calpestati i propri diritti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa