Governo: mons. Becciu, “assicuravamo preghiere al presidente Mattarella, mi pare che le dobbiamo aumentare ancora di più”

“L’auspicio è semplice. Speriamo, speriamo e auguriamo che al più presto si trovi una soluzione”. Così mons. Angelo Becciu, sostituto per gli affari generali della Segreteria di Stato, ha risposto a una domanda dei giornalisti sulla formazione di un nuovo governo a margine di un convegno su Chiara Lubich all’ambasciata italiana presso la Santa Sede. “Avevo già detto che assicuravamo preghiere al presidente Mattarella. Mi pare che le dobbiamo aumentare ancora di più”. Sulla situazione di stallo che l’Italia sta vivendo ormai da 60 giorni ha aggiunto: “Pare che non sono spaventati perché in Germania hanno aspettato tanto tempo. In Belgio pure hanno impiegato molto tempo per formare un governo”. “Noi siamo spettatori. Auguriamo e preghiamo che al più presto si trovi la soluzione migliore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa