Diocesi: Pescara-Penne, incontri e dibattiti per celebrare i 40 anni di attività del consultorio familiare Ucipem

Sarà la tavola rotonda “Quale senso per il consultorio oggi?” ad aprire i festeggiamenti dell’Ucipem, il consultorio familiare della diocesi di Pescara-Penne che da 40 anni si occupa delle fragilità delle relazioni. “Interrogarsi sul senso della nostra presenza sul territorio – spiega don Cristiano Marcucci, presidente di Ucipem Pescara – è indispensabile per rispondere sempre in modo adeguato e competente ai bisogni e alle situazioni che la realtà, in continuo cambiamento, ci mette davanti”. Domani, venerdì 4 maggio, sarà la sala consiliare del Comune di Pescara, ad ospitare dalle 17.30 il confronto al quale interverranno, moderati da don Marcucci, mons. Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne, Marco Alessandrini, sindaco di Pescara, Francesco Pagnanelli, presidente del Consiglio comunale di Pescara, Annamaria Cosatti, coordinatrice nazionale del progetto “Spazio Mamma” di Save the Children, Maria Carmela Minna, responsabile Asl Pescara per consultori, Gabriella Federico, presidente del Centro italiano femminile della Provincia di Pescara.
Un secondo incontro è in programma per la mattinata di sabato 5 maggio. Sarà la presidente dell’Osservatorio nazionale dell’adolescenza, Maura Manca, a condurre un evento formativo rivolto ai giovani che si terrà dalle 9.30 al teatro Circus di Pescara: la psicoterapeuta affronterà il tema del cyberbullismo, rispondendo alle domande dei ragazzi di scuole medie e superiori della città che hanno già affrontato la problematica nelle rispettive classi con un questionario specifico.
“Oggi – evidenzia don Marcucci – il consultorio di Pescara risponde sempre di più alle esigenze del territorio grazie alla collaborazione di oltre 70 operatori professionisti tra consulenti, psicoterapeuti, mediatori familiari e medici. Ogni anno vengono svolte più di 3.500 ore di volontariato gratuito per consulenze mediche, legali e educative e psicologiche e si effettuano oltre 10.000 ore di percorsi e attività di gruppo. Inoltre sono attivi sportelli di ascolto nelle scuole e progetti formativi con insegnanti e studenti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa