This content is available in English

Commissione Ue: previsioni economiche. Moscovici, “crisi alle spalle. Prosegue l’espansione nonostante nuovi rischi”

Bruxelles, 3 maggio: il commissario Ue Moscovici illustra le Previsioni economiche (foto SIR/CE)

(Bruxelles) “L’economia europea procede bene. Grazie agli sforzi compiuti, la crisi è finalmente alle spalle. Abbiamo tassi di crescita e di occupazione pre-crisi. Tutti gli Stati della zona euro sono sotto il 3% per quanto riguarda il deficit”, e si prevedono gli stessi risultati per il 2018 e 2019. “È chiaro però che, anche in relazione ai rischi esterni”, fra cui il protezionismo, “non è il momento di riposare sugli allori. Occorrono politiche e riforme per rafforzare la crescita”, a partire dalla formazione e dal digitale. Pierre Moscovici, commissario Ue agli affari economici, si presenta nella sala stampa del Berlaymont, a Bruxelles, particolarmente ottimista. Illustra dati, numeri e tabelle delle Previsioni economiche di primavera spiegando che i tassi di crescita dell’Ue28 e della zona euro superano le aspettative. Eurolandia nel 2018 crescerà al ritmo del 2,3%, esattamente come il Pil dei 28. Poi, analizzando Paese per Paese, afferma: “La Germania procede nella media Ue, con il sostegno della domanda interna. Bene anche la Francia, con un export in espansione; l’Italia continua a crescere, ma all’1,5%”, fanalino di coda nell’Unione, assieme al Regno Unito. “Bene i Paesi Bassi e anche la Spagna, nonostante una lieve decelerazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa