Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Roma senza governo, mercati in fibrillazione. Spagna, Rajoy traballa

Italia: senza governo cresce la tensione dei mercati. Sale lo spread, scende l’euro

Mentre si attende la lista dei ministri del governo Cottarelli, con il successivo passaggio in parlamento per la fiducia, sale la tensione nei mercati causata dalle impervie prospettive politiche in Italia. Si registra in. atti un’apertura ancora in rialzo per lo spread tra Btp e Bund, che stamane segna 250 punti a fronte dei 233 della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano sale al 2,82%. La Borsa di Tokyo termina le contrattazioni col segno meno, con gli investitori che giudicano sempre più intricata l’instabilità politica in Italia sul medio e lungo termine. Sul mercato valutario in Asia l’euro perde terreno sulle principali valute, assestandosi ai minimi in 11 mesi sullo yen, a un livello inferiore a 127. Anche per queste ragioni in Europa si guarda con preoccupazione crescente cosa accade a Roma. La crisi italiana manda infatti a picco l’euro, che ieri ha sfiorato 1,16 dollari. Oggi da Bankitalia la Relazione annuale sul 2017 e le Considerazioni finali del governatore Visco. Dall’Istat attesi i dati sulla fiducia di consumatori e imprese.

Cronaca: Puglia, operazione anticrimine contro una rete dedita a furti e rapine in varie province

Vasta operazione anticrimine dei Carabinieri in diverse province della Puglia contro soggetti appartenenti a un’associazione a delinquere dedita a rapine, ricettazione e riciclaggio. Dalle prime luci dell’alba, ad Andria, Bari, Bitonto e Cerignola, militari del Comando Provinciale del capoluogo pugliese, unitamente a quello di Foggia, supportato dal 6° Elinucleo e dal Nucleo Cinofilidi Modugno, stanno dando esecuzione in queste ore a diverse ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal gip del Tribunale di Trani, su richiesta della Procura della Repubblica. I provvedimenti sono stati adottati in base alle conclusioni di un’indagine, avviata nel marzo 2017 dalla Compagnia di Andria, che ha permesso di documentare – come riferisce l’Ansa – le responsabilità dei componenti dell’associazione a delinquere nella commissione di numerosi furti e rapine.

Irlanda del Nord: dopo il referendum di Dublino pressioni per aprire la strada all’aborto

Dopo il referendum nella Repubblica d’Irlanda che ha aperto la strada all’aborto, arriva il caso dell’Irlanda del Nord. La premier conservatrice Theresa May resiste per ora alle pressioni affinché il parlamento britannico di Westminster imponga all’Irlanda del Nord una legge per la liberalizzazione dell’aborto. Lo riportano i media sullo sfondo della mobilitazione congiunta dell’opposizione laburista e di diverse esponenti donne dello stesso gruppo Tory per un gesto di autorità di Londra nei confronti di Belfast, dopo il referendum di venerdì della vicina Repubblica d’Irlanda. L’Irlanda del Nord mantiene finora in vigore – a differenza del resto del Regno Unito – restrizioni normative all’interruzione della gravidanza. La materia è soggetta alla devolution, quindi la decisione spetta al parlamento locale di Belfast.

Spagna: venerdì il voto sulla mozione di sfiducia al governo Rajoy travolto dagli scandali

La presidenza del Congresso dei deputati di Madrid ha fissato a venerdì 1 giugno il voto sulla mozione di sfiducia presentata dai socialisti del Psoe contro il premier conservatore Mariano Rajoy, il cui Partido popular è stato travolto da condanne per corruzione. Il dibattito inizierà giovedì con la presentazione del programma del candidato premier alternativo, il leader socialista Pedro Sanchez, che ha già ottenuto l’appoggio senza condizioni del segretario di Podemos, Pablo Iglesias. Rajoy ha annullato tutti gli impegni che aveva in agenda questa settimana per prepararsi alla mozione di sfiducia che, se approvata, lo farebbe cadere.

Terra Santa: da Gaza 25 colpi di mortaio verso Israele, che replica con una decina di missili

Una decina di missili sono stati sparati da velivoli dell’aviazione israeliana contro imprecisati obiettivi palestinesi nei rioni di Zaitun e Sajaya a Gaza City, secondo quanto riferiscono mezzi di comunicazione locali. Finora non si ha notizia di vittime. In Israele non c’è ancora conferma ufficiale. In precedenza razzi sono stati sparati dalla Striscia di Gaza sul Neghev, in Israele. Non si registrano vittime o danni. Gli abitanti si sono chiusi nei rifugi al risuonare delle sirene d’allarme. Aerei e carri armati israeliani hanno risposto colpendo postazioni di Hamas. Si è trattato dell’attacco palestinese più consistente nella zona negli ultimi anni, secondo la radio di Israele. Sono stati 25 colpi di mortaio quelli sparati da Gaza questa mattina verso numerosi luoghi del sud di Israele. Lo riferisce il portavoce militare spiegando che “la maggior parte sono stati intercettati dal sistema di difesa Iron Dome”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa