Gerusalemme: p. Spadaro (La Civiltà Cattolica), “problema Città santa e soluzione conflitto israelo-palestinese strettamente legati e interdipendenti”

“Le vicende degli ultimi decenni dimostrano come il problema della ‘Città santa’ e quello riguardante la soluzione del conflitto israelo-palestinese siano strettamente legati e interdipendenti, e questo fatto non può essere ignorato, né tantomeno sottovalutato”. Lo scrive padre Antonio Spadaro, direttore de La Civiltà Cattolica, nella presentazione del secondo volume di “Accènti” (205 pagine), la collana di e-book monografici della rivista, intitolato “Gerusalemme”. Il fascicolo raccoglie dall’archivio de La Civiltà Cattolica quindici saggi tra i tanti pubblicati nel tempo. Spadaro richiama il trasferimento dell’ambasciata Usa da Tel Aviv a Gerusalemme, lo scorso 14 maggio ad opera del presidente Donald Trump, decisione, afferma di “grande rilevanza politica, in quanto si oppone all’indirizzo finora seguito su questa delicata materia dalla gran parte della comunità internazionale, in ottemperanza alle varie risoluzioni delle Nazioni Unite, che per Gerusalemme Est intende mantenere per il momento lo status quo, in attesa di decisioni concordate”.  “Risultato non voluto” dal presidente Usa, “quello di sottoporre nuovamente all’interesse della comunità internazionale e dell’opinione pubblica il problema di Gerusalemme”. Di qui la scelta della storica rivista dei gesuiti. Quattro le parti del volume: la prima si sofferma sulla Città santa tra possibile ruolo di capitale e ruolo di città aperta e presenta, tra l’altro, una riflessione sulla posizione della Santa Sede al riguardo. La seconda è dedicata al contesto storico-politico; la terza è dedicata alle visite dei Papi in Terra Santa; la quarta è un approfondimento storico e archeologico.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa