Papa Francesco: udienza, appello per pace in Ucraina. Ai polacchi: “cura del creato è compito nobile”

“Incessantemente prego il Signore affinché guarisca le guarisca le ferite inflitte dalla guerra e doni la sua pace alla cara terra ucraina”. Lo ha detto il Papa salutando, durante l’udienza di oggi, i pellegrini ucraini che hanno partecipato al 60° Pellegrinaggio Militare internazionale a Lourdes. Salutando, poco prima, i pellegrini polacchi, Francesco si è rivolto in particolare alla delegazione dei selvicoltori, che “hanno portato con sé cento piantine di quercia che, in occasione del centenario dell’indipendenza della Polonia, verranno piantate come segno dell’impegno a favore della salvaguardia del creato”. “E’ molto nobile – ha ribadito Francesco citando la Laudato si’ – il compito di avere cura del creato con piccole azioni quotidiane, ed è meraviglioso che l’educazione sia capace di motivarle fino a da forma ad uno stile di vita. L’educazione alla responsabilità ambientale può incoraggiare vari comportamenti che hanno un’incidenza diretta e importante nella cura dell’ambiente. Tutto ciò fa parte di una creatività generosa e dignitosa, che mostra il meglio dell’essere umano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa