Nigeria: migliaia di persone in marcia per protestare contro i massacri di cristiani

E’ in corso ad Abuja e in altre diocesi nigeriane la “Marcia per la vita”, una protesta per i massacri di cristiani commessi dai pastori Fulani, organizzata dalla Conferenza episcopale locale e convocata nei giorni scorsi dal cardinale John Onaiyekan, arcivescovo di Abuja. Migliaia di persone portano striscioni con scritte “Stop the killings” (Basta omicidi) o “Diciamo no alla violenza”, per protestare contro gli attacchi che dall’inizio dell’anno hanno causato la morte di oltre 100 persone. L’ultimo è avvenuto il 24 aprile nella parrocchia di Sant’Ignazio di Ukpor-Mbalom a Mbalom (diocesi di Makurdi), nella Gwer East Local Government Area nello Stato di Benue. Oggi sono in corso anche i funerali dei due sacerdoti uccisi il 24 aprile, padre Joseph Gor e padre Felix Tyolaha, insieme ad altri 17 fedeli. La marcia di Abuja si concluderà con la messa e la preghiera del rosario: “In unione con la diocesi di Makurdi – dice il card. Onaiyekan -, vogliamo esprimere il nostro più profondo dispiacere per i brutti avvenimenti nel nostro Paese e pregare per la nazione”. L’invito è esteso anche ai fedeli di altre religioni: “Dobbiamo lottare insieme, pacificamente, per una Nigeria migliore”, afferma l’arcivescovo di Abuja, e mandare “un messaggio potente al governo del nostro Paese e al resto del mondo per un cambiamento positivo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa