Contratto di governo: Cantone (Anac), “potenziare Daspo, no all’agente provocatore”

“È un segnale positivo che nel contratto di governo ci sia un capitolo dedicato alla corruzione. Andrebbe indicato cos’è il Daspo. Di solito si usa per indicare l’interdizione di pubblici uffici. Ma andrebbe potenziato. È utile l’agente sotto copertura, colui che guarda e riferisce ciò che vede”. Lo ha detto il presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione (Anac), Raffaele Cantone, in un videoforum su Repubblica tv dedicato alla corruzione, commentando il contratto di governo di Lega e Movimento 5 Stelle. “Sono contrario all’agente provocatore, dichiarato illegittimo da una sentenza della Corte europea per i diritti dell’uomo – ha aggiunto -. Creerebbe tensione col diritto europeo ed è una figura non utile che causa un reato artificiale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa