Germania: il 24 maggio a Bonn la cerimonia di premiazione del Concorso di letteratura cattolica per bambini e ragazzi

Fervono i preparativi per la cerimonia di premiazione della 29ª edizione del Concorso di letteratura cattolica per bambini e ragazzi promosso dalla Conferenza episcopale tedesca. Giovedì prossimo, 24 maggio, alle 19, nella Casa della storia della Repubblica federale tedesca, presidente della Commissione per le comunicazioni della Conferenza episcopale tedesca, mons. Gebhard Fürst (Rottenburg-Stuttgart) e il presidente della giuria mons. Robert Brahm (vescovo ausiliare di Trier) consegneranno il primo premio alla scrittrice statunitense Lauren Wolk, autrice del romanzo “L’anno in cui ho imparato a mentire”. Insieme a lei, sarà premiata anche Birgitt Kollmann, che ha curato la traduzione in lingua tedesca. La giuria, presieduta da mons. Robert Brahm, ha scelto il libro della Wolk tra i 280 titoli presentati al concorso da 76 editori. A tenere la laudatio sarà la giornalista e scrittrice Susan Kreller. Nel suo romanzo d’esordio, Lauren Wolk racconta la storia di Annabelle, ragazzina di 11 anni figlia di un contadino della Pennsylvania, che diviene vittima di pesanti azioni di bullismo da parte di Betty, la sua nuova compagna di scuola. Questa situazione la costringe a crescere in fretta, abbandonando la visione ingenua e infantile che aveva della vita e difendendo con coraggio i propri valori e le proprie convinzioni. La giuria del concorso consiglia la lettura del libro a giovani dai 13 anni in su.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo