R.D. Congo: Malteser, “al lavoro per contenere ebola, punta dell’iceberg di una catastrofe umanitaria”

“L’epidemia di Ebola è la punta dell’iceberg di una catastrofe umanitaria nella Repubblica democratica del Congo”: lo ha dichiarato Roland Hansen, capo del dipartimento Africa del Malteser international, l’agenzia di soccorso internazionale dell’Ordine di Malta. Ieri è stata infatti rilevata l’epidemia a Mbandaka, una città di oltre un milione di persone, sollevando il timore che sarà più difficile da gestire del previsto. Il ministero della Salute congolese ha confermato la morte da Ebola di 25 persone. Le aree remote e rurali sono regolarmente colpite da isolate epidemie di Ebola. Per questo Malteser international sostiene le strutture sanitarie del Paese, tramite la formazione del personale locale sulla prevenzione delle infezioni e lo sviluppo di piani di emergenza con le autorità locali, e pre-posizionando kit medici di emergenza. Questi kit contengono i materiali e i farmaci necessari per un’azione immediata in caso di epidemia. Oltre all’Ebola, ha ricordato Hansen, “in seguito a violenti scontri negli ultimi mesi, tredici milioni di persone hanno bisogno di urgente assistenza umanitaria, quasi il doppio rispetto allo scorso anno. Quasi 800.000 bambini sono gravemente malnutriti, mentre 4,5 milioni di persone sono sfollate”. “La crisi umanitaria nella Repubblica Democratica del Congo è passata in gran parte inosservata dalla comunità internazionale – ha affermato – . Quando, l’epidemia di Ebola sarà sotto controllo, speriamo a breve, ci auguriamo che l’attenzione dei media continui a concentrarsi sulla situazione di milioni di persone che hanno urgente bisogno di assistenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo