This content is available in English

Ue-Balcani occidentali: nodo-Macedonia, incontro tra Tsipras e Zaev. “Stiamo rafforzando i legami di amicizia”

(Sofia) Uno dei temi scottanti nell’ambito del summit Ue-Balcani occidentali in corso a Sofia era l’atteso faccia a faccia tra il premier di Skopje (Fyrom) Zoran Zaev e l’omologo greco Alexis Tsipras riguardo il nodo del nome della Macedonia, questione controversa che finora impedisce il cammino europeo del Paese balcanico a causa delle pretese da parte di Atene che ritiene di avere l’esclusività sul nome “Macedonia”. “Stiamo rafforzando i legami di amicizia tra la Macedonia e la Grecia”, ha affermato il premier macedone, aggiungendo: “Con il premier Tsipras speriamo di poter trovare una decisione che rispetterà la dignità dei cittadini dei due Paesi”. I due capi di governo hanno discusso lo stato attuale delle negoziazioni sotto l’egida dell’Onu per il nome di Fyrom che dopo anni di stallo hanno avuto uno nuovo slancio dall’inizio del 2018. Comunque, a Sofia non si è arrivati a un compromesso: al Consiglio europeo a fine giugno i 28 Paesi membri dovranno decidere se la Macedonia potrà iniziare i negoziati, finora impediti proprio a causa della diatriba del nome con Atene.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa