Rai Due: “Sulla via di Damasco”, sabato 19 maggio puntata dedicata a “L’abbraccio e il perdono”

Sarà dedicata agli incontri che lasciano il segno la puntata di “Sulla via di Damasco”, in onda sabato 19 maggio, alle 7.45 su Rai Due. Il programma, firmato da mons. Giovanni D’Ercole e Vito Sidoti, proporrà un “viaggio nel mistero di quei momenti imprevisti che entrano nel cerchio della vita imprimendogli un cambio di marcia”. È quello che è accaduto a Mirela, che arriva in Italia con la speranza di una vita migliore, ma il suo destino si rivela invece il racket della prostituzione. La sua liberazione nell’incontro con Silvia, della Comunità Giovanni XXIII, che segna l’inizio della sua seconda vita. Seguirà l’intervista a don Luigi Verdi, fondatore della Comunità di Romena, sul valore del perdono, lo strumento per non essere schiavi dei propri tormenti e delle proprie sconfitte. L’altra storia che verrà presentata nella puntata di sabato 19 è quella di un ginecologo, Antonio Oriente, che per una vita ha praticato aborti. “Alle porte della sua anima – si legge in una nota – bussano due pazienti che segue da tempo, che lo inviteranno ad un incontro del Rinnovamento dello Spirito. Da qui, la scoperta liberante della tenerezza di Dio e l’inizio del suo impegno in favore della vita nascente”. Bische, roulette e casinò dilagavano nella vita di Giovanni, protagonista dell’ultimo servizio. La sua vita è cambiata grazie all’associazione “Giocatori anonimi,” uomini e donne che condividono l’abbraccio ed il perdono, prima del giudizio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa