Qualità dell’aria: Francia, Germania, Ungheria, Italia, Romania e Regno Unito deferite alla Corte di giustizia dell’Ue

Francia, Germania, Ungheria, Italia, Romania e Regno Unito sono state deferite alla Corte di giustizia dell’Ue “per il mancato rispetto dei valori limite stabiliti per la qualità dell’aria e per aver omesso di prendere misure appropriate per ridurre al minimo i periodi di superamento”. Inoltre Germania, Italia, Lussemburgo e Regno Unito riceveranno “lettere di costituzione in mora complementari” per le violazioni “in materia di omologazione dei veicoli”. Lo annuncia un comunicato diffuso oggi da Bruxelles. La decisione, ha spiegato Karmenu Vella, commissario per l’ambiente, “è stata adottata in nome degli europei” e in coerenza con la scelta della Commissione di “proteggere”. Per altro, ha aggiunto Vella, “gli Stati membri deferiti oggi alla Corte hanno ricevuto nell’ultimo decennio un numero sufficiente di ‘ultime possibilità’ per migliorare”. La Commissione ha anche adottato una comunicazione, “Un’Europa che protegge: aria pulita per tutti”, sulle “misure disponibili per aiutare gli Stati membri a contrastare l’inquinamento atmosferico”. Si tratta di “norme sulla qualità dell’aria; obiettivi nazionali di riduzione delle emissioni; e norme in materia di emissioni per le principali fonti d’inquinamento”. Dalla Commissione infine la sollecitazione a “intensificare la cooperazione con gli Stati membri avviando nuovi ‘dialoghi sull’aria pulita’ con le autorità competenti e utilizzando i finanziamenti dell’Ue per sostenere le misure volte a migliorare la qualità dell’aria”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa