Scontri a Gaza: la Custodia Terra Santa aderisce alla veglia di preghiera per la pace di sabato a Gerusalemme

Accogliendo l’appello dell’amministratore apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme, mons. Pierbattista Pizzaballa, che ieri in una lettera ha invitato “tutta la comunità cristiana della diocesi ad unirsi in preghiera per la Terra Santa, per la pace di tutti i suoi abitanti, per la pace di Gerusalemme, per tutte le vittime di questo interminabile conflitto”, la Custodia di Terra Santa aderirà alla veglia di preghiera per la pace che sarà celebrata a Gerusalemme nella chiesa di St. Etienne (École Biblique) sabato prossimo, vigilia di Pentecoste, alle ore 17. Lo rende noto oggi il sito della Custodia di Terra Santa. Nella stessa lettera mons. Pizzaballa ha condannato “ogni forma di violenza, ogni uso cinico di vite umane e di violenza sproporzionata. Ancora una volta siamo costretti dalle circostanze a chiedere e gridare per la giustizia e la pace!”. Sempre ieri anche gli ordinari cattolici di Terra Santa hanno ribadito in una nota la posizione, più volte ripetuta dalla Santa Sede, vale a dire “rendere Gerusalemme una città aperta a tutti i popoli, il cuore religioso delle tre religioni monoteiste, ed evitare misure unilaterali. Chiamiamo tutte le parti coinvolte a evitare l’uso della violenza e a trovare modi per porre fine il prima possibile all’assedio imposto a circa due milioni di palestinesi nella Striscia di Gaza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia