Contrabbando: Coldiretti, “in Italia 4,43 miliardi di sigarette illegali. Tolti alle casse dello Stato circa 809 milioni di euro”

“In Italia si fumano 4,43 miliardi di sigarette contraffatte o contrabbandate all’anno che alimentano la criminalità e tolgono alle casse dello Stato introiti fiscali pari a circa 809 milioni di euro”. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti che ha promosso l’Osservatorio sulla criminalità nell’agroalimentare su dati Kpmg, in riferimento all’importante operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Caserta contro una banda accusata di far entrare “bionde” dall’Est Europa, che ha portato all’arresto di 14 persone. Le sigarette erano destinate prevalentemente al mercato napoletano. “L’Italia – sottolinea Coldiretti – risulta essere a livello europeo tra i primi Paesi per consumo di sigarette contraffatte con le Regioni più colpite che sono nell’ordine Campania (33%), Friuli (21%), Sicilia (14%), Puglia (7%), Calabria (7%), Lombardia (6%) e Piemonte (5%)”. “Nel panorama italiano – continua l’associazione – il fenomeno è particolarmente diffuso nella città di Napoli dove sono stati rinvenuti il 43% di prodotti ucraini importati illegalmente in Italia”. Per Coldiretti, “il contrabbando è una minaccia per un comparto che vede l’Italia leader nell’Unione europea per il tabacco con oltre un quarto della produzione complessiva. Sviluppata su 18.000 ettari soprattutto in Campania, Veneto, Umbria e Toscana”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo