Perù: presidente dei vescovi chiede di applicare le indicazione del Governo per la prevenzione dalla sindrome di Guillain-Barré

Mons. Miguel Cabrejos, arcivescovo di Trujillo e presidente della Conferenza episcopale peruviana, ha diffuso ieri un comunicato, rivolto alla sua arcidiocesi, nel quale evidenzia l’importanza di promuovere azioni che evitino la diffusione della sindrome di Guillain-Barré (che provoca una progressiva paralisi). Il Ministero della salute peruviano ha infatti diramato in tutto il Paese l’allarme epidemiologico per il diffondersi della sindrome neurologica, dopo aver registrato 32 casi nei primi quattro mesi del 2018. Nel 2017 i casi erano stati 24 nei primi quattro mesi e 198 durante tutto l’anno. Mons. Cabrejos chiede di “aiutare a diffondere le azioni di prevenzione primaria chieste dal settore sanitario, che consentono di fermare l’epidemia” e di “promuovere, organizzare e sostenere, insieme a organizzazioni e istituzioni pubbliche, azioni di sorveglianza, prevenzione e risposta per identificare nuovi casi”. In ogni caso, è consentito che “i sacerdoti impartiscano la comunione nelle mani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo