Papa Francesco: alla diocesi di Roma, “chiedere sempre la grazia dell’armonia”, che non è “ordine” ma “è sempre in cammino”

“Alcune volte può succedere che il lavoro apostolico di una parrocchia si pensi come un sommare iniziative, lavori: è difficile portare avanti una cosa del genere senza armonizzare”. Lo ha detto il Papa, che rispondendo a braccio alle domande che hanno preceduto il suo discorso alla diocesi di Roma ha esortato a chiedersi “come va l’armonia in parrocchia, l’armonia della diocesi, l’armonia familiare”. “Lo Spirito Santo è l’armonia, lo dice San Basilio, è quello che fa il disordine e che fa l’armonia”. “Quando la quantità di cose che si fanno viene dallo Spirito Santo diventa armonica, non si esaurisce”, ha spiegato Francesco, secondo il quale “l’armonia dello Spirito è una delle cose che dobbiamo cercare sempre”. “L’armonia non è lo stesso che l’ordine, l’ordine può essere statico”, ha precisato il Papa: “L’armonia dello Spirito è sempre in cammino”. Tre i “punti concreti” per raggiungere l’armonia: “Il Vangelo in mano. Dobbiamo abituarci a leggere un passo del Vangelo tutti i giorni, per conoscere meglio Cristo”. Secondo, la preghiera. Terzo, le opere di misericordia. “Con questi tre punti il senso di fastidio sparisce e andiamo verso l’armonia, che è tanto grande”, ha garantito Francesco, esortando a “chiedere sempre la grazia dell’armonia nella mia vita, nella mia comunità e nella mia diocesi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo