Terra Santa: parte la preparazione della “Marcia delle famiglie”

Si sono svolte alla fine di aprile, a Gerico e a Nazareth, delle sessioni di formazione per animatori (coppie e singoli) che guideranno la “Marcia delle famiglie”, progetto pastorale previsto per il biennio 2018-2019 nelle parrocchie di Israele e Palestina. Promosse dal Consiglio pastorale per la famiglia di Gerusalemme, alle sessioni vi hanno partecipato circa 100 persone. Un progetto che dal Patriarcato Latino di Gerusalemme definiscono “ambizioso, realistico e innovativo”. Il gruppo di lavoro intende in questo modo “ascoltare i bisogni delle famiglie ma anche delle parrocchie e puntare così al rinnovamento dell’intera diocesi patriarcale partendo proprio dal rinnovamento della famiglia”. Cinque i temi individuati oggetto di riflessione: la relazione tra i coniugi, il rapporto con i bambini, la relazione con gli altri, come affrontare le crisi e la missione della famiglia nella Chiesa e nella società. Definito anche lo schema di lavoro previsto in ogni parrocchia durante l’anno a partire da settembre. Si parte con l’osservatorio della situazione e delle abitudini attuali, per passare alla lettura e condivisione di un testo del Nuovo Testamento e quindi alla condivisione. Per chi è chiamato a diventare animatore della “Marcia delle famiglie”, il Consiglio pastorale ha prodotto anche un sussidio. Per padre Rafiq Khoury, segretario generale del Consiglio pastorale, il lavoro svolto dall’inizio dell’anno “è molto incoraggiante. Vedremo i risultati di questo tempo di riflessione che si svolgerà per tutto il prossimo anno. Ma idealmente vorremmo che portasse alla creazione di un movimento apostolico che possa accompagnare le coppie nella loro vita di fedeli cattolici”. La prossima sessione di formazione si svolgerà a Betlemme il 25 e il 26 maggio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo