Papa a Loppiano: “non dimenticatevi che Maria era laica”

“Non dimenticatevi che Maria era laica”. Lo ha detto il Papa alle migliaia di Focolarini che lo hanno accolto e incontrato a Loppiano. “La prima discepola di Gesù era laica”, ha proseguito a braccio come ha fatto in molte parti del suo discorso in risposta a tre domande postegli da alcuni rappresentanti del Movimento. “Lì c’è un’ispirazione grande”, ha fatto notare: “Un bell’esercizio è prendere i passi della vita di Gesù più conflittuali, come a Cana, e vedere come Maria reagisce”, la proposta. “Come avrebbe reagito Maria?”, la domanda da porsi: “Donna della fede, donna del credere, donna del coraggio, donna della parresia, donna della pazienza, donna del sopportare le cose. Guardate come ha reagito in tutti i passi conflittuali, questa donna laica”. Lo spunto per le parole del Papa è stato il santuario di maria Theotokos, di fronte al quale è collocato il palco dell’incontro. “Siamo sotto lo sguardo di Maria”, ha sottolineato Francesco, secondo il quale “anche in questo c’è una sintonia tra il Vaticano II e il carisma dei Focolari, il cui nome ufficiale per la Chiesa è Opera di Maria”.
“Il 21 novembre 1964, a conclusione della terza Sessione del Concilio, il beato Paolo VI ha proclamato Maria Madre della Chiesa”, ha ricordato il Papa: “Io stesso ne ho voluto istituire quest’anno la memoria liturgica, che sarà celebrata per la prima volta il 21 maggio, lunedì dopo la Pentecoste. Maria è la Madre di Gesù ed è, in Lui, la Madre di tutti noi: la Madre dell’unità. Il Santuario a lei dedicato qui a Loppiano è un invito a metterci alla scuola di Maria per imparare a conoscere Gesù, a vivere con Gesù e di Gesù presente in ciascuno di noi e in mezzo a noi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo