Europa: Premio Carlo Magno a Macron. Merkel pronuncia la laudatio, “ha rilanciato il dibattito Ue”. E cita il Papa

È stato solennemente insignito con la medaglia del Premio Carlo Magno stamane ad Aquisgrana il presidente francese Emmanuel Macron, a motivo della “sua visione di una nuova Europa e della rifondazione del progetto europeo, di una nuova sovranità europea e di una stretta cooperazione tra popoli e nazioni”, spiegava la giuria. A pronunciare la laudatio la cancelliera Angela Merkel, che ha elogiato “entusiasmo, impegno e coraggio” in Macron. “Sei pieno d’idee e hai rilanciato il dibattito europeo con nuove proposte”. Pur non tacendo le diversità di vedute, Merkel ha aggiunto: “Sono contenta di lavorare con te su questa strada”.
Il cammino di unificazione europea per la Merkel ha quattro obiettivi: condivisione culturale, con “università europee comuni”; condivisione di “politiche per l’immigrazione e per l’Africa”; avanzamento dell’Unione bancaria e monetaria; coesione sui temi di politica estera. La cancelliera ha anche esortato a seguire l’indicazione data da Papa Francesco nel discorso per il 60° dei Trattati di Roma: “L’Europa ritrova speranza quando si apre al futuro”. Prima della cerimonia presso il municipio di Aquisgrana, il vescovo Helmut Dieser ha presieduto nella cattedrale la messa per la festa dell’Ascensione, alla presenza dei premiati: si capirà quale sia “la forza dell’idea europea”, ha detto il vescovo, “se saprà trovare risposte comuni alla questione del significato o se invece i tentativi nazionali di creare significato la indeboliranno o la svaluteranno sempre di più”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo