Irlanda: 20 anni fa l’Accordo del “Venerdì Santo”. Messaggio congiunto degli arcivescovi Martin e Clarke

“Ringraziamo insieme Dio per tutto quello che è stato raggiunto nella costruzione della pace” da quando, vent’anni fa, è stato firmato l’Accordo di Belfast. Lo scrivono in un messaggio congiunto l’arcivescovo cattolico di Armagh Eamon Martin e quello anglicano Richard Clarke oggi, vigilia del XX anniversario degli accordi del “Venerdì Santo”. Un ringraziamento è rivolto anche alla “comunità internazionale” che ha “investito molto” nel processo che ha portato all’Accordo, ed “è rimasta accanto a noi come nostri partner per la pace”. C’è gratitudine perché “una generazione di giovani sta crescendo senza sentire quotidianamente il rumore di bombe o proiettili”. L’Irlanda del Nord oggi, si legge nel messaggio, “ha ancora molti problemi e opportunità”, ma “tutti noi – e non solo i politici – li dobbiamo risolvere e cogliere”. “In questo momento di impasse nella vita politica in Irlanda del Nord”, incoraggiano i due primate, “vale la pena chiederci” se “i principi e la struttura dell’Accordo abbiano fallito, o piuttosto, se non siamo riusciti insieme a ottenere il massimo dai principi che offriva”. L’auspicio è che “l’anniversario aiuti a riaccendere una voglia di opportunità, guarigione e speranza per una pace duratura che ora è più che mai necessaria”. Un appello è rivolto “a tutte le persone di buona volontà di essere ambasciatori di riconciliazione, contribuendo a ricostruire la fiducia e il rispetto reciproco” per “una società che pone il bene comune come scopo primario”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa