Papa Francesco: alla Comunità dell’Emmanuele, “fare scoprire la misericordia di Dio attraverso una pastorale rinnovata”

“Vi incoraggio a far scoprire agli uomini e alle donne del nostro tempo, dovunque lo Spirito vi mandi, la misericordia di Dio che ci ha amato al punto di abitare in mezzo a noi. Questa misericordia del Signore, sempre presente vicino al suo popolo, chiede di essere proposta con un entusiasmo nuovo attraverso una pastorale rinnovata, per poter toccare i cuori delle persone e incitarle a ritrovare la via del ritorno al Padre”. Lo ha detto, questa mattina, Papa Francesco ai membri della Comunità dell’Emmanuele, che ha ricevuto in udienza nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico, in Vaticano. Il suo auspicio è che “la misericordia del Padre possa manifestarsi, là dove la vostra Comunità è presente, in particolare verso i più poveri, nel cuore o nel corpo, curando le loro ferite con la consolazione del Vangelo, con la solidarietà e l’attenzione”. Papa Francesco ha ricordato “il recente riconoscimento dell’Associazione clericale della Comunità dell’Emmanuele, il 15 agosto scorso”, “struttura resa opportuna a motivo delle numerose vocazioni sacerdotali che il carisma dell’Emmanuele suscita e per una maggiore fecondità dell’evangelizzazione”. “Lungi dall’isolare i sacerdoti dagli altri membri della Comunità, laici o consacrati – ha aggiunto -, auspico che tale riconoscimento, al contrario, vivifichi la bella comunione tra gli stati di vita di cui voi fate esperienza da più di 40 anni, nella complementarietà delle diverse vocazioni”. Dal Papa anche l’invito alle comunità a “mantenere un legame sempre più stretto con la realtà così ricca della parrocchia del luogo in cui esse vivono”. “Vi esorto – ha concluso – a custodire nel cuore l’ardente desiderio di trasmettere la gioia del Vangelo a quanti non la conoscono o l’hanno smarrita; a essere protagonisti della ‘Chiesa in uscita’ che è in cima ai miei desideri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa