Rinnovamento nello Spirito Santo: card. Baldisseri, i giovani “chiedono alla Chiesa risposte vere e adeguate”

(Pesaro) In un clima di profonda condivisione, animata dai canti che da sempre contraddistinguono il carisma del movimento, le parole del card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi, pronunciate nel corso della Concelebrazione eucaristica con cui si è aperta la 41ª Convocazione nazionale del RnS sono incentrate sul versetto del vangelo di Giovanni: “Signore, mostraci il Padre e ci basta”. “Filippo ci offre l’occasione di compiere una forte e profonda riflessione su Dio che Gesù rivela Padre. Filippo partecipa alla sua missione, ascolta la bella e avvincente Parola, ma si pone interrogativi. E chi più del giovane si pone domande?”. Si rivolge ai numerosi ragazzi presenti a Pesaro il cardinale, ossia a coloro “che chiedono alla Chiesa risposte vere, adeguate, proprio come Gesù fece con Filippo”. Fa quindi cenno alla celebrazione sinodale in programma dal 3 al 28 ottobre prossimo e cita Papa Francesco (“Questo è il Sinodo per e di tutti i giovani, dal quale nessuno deve sentirsi escluso!”), ricordando comunque che “la domanda di Filippo provoca anche noi stasera, giovani e meno giovani”. “Con grande umiltà – sottolinea ancora Baldisseri – davanti alla parola di Gesù ci chiediamo come passare dal vedere fisico al vedere con gli occhi della fede e la risposta di Cristo è lapidaria: ‘Chi ha visto me ha visto il Padre’. Una parola che scuote tutto l’essere di chi l’ascolta”. È qui, infatti, che si racchiude il senso pieno dell’essere cristiani. “Con Gesù abbiamo imparato che Dio ha un ‘cuore di papà’ – conclude adoperando di nuovo l’espressione di Bergoglio – e abbiamo appreso ad essere samaritani come lo fu il Signore sanando le ferite della vita attraverso le sue piaghe. Con Gesù abbiamo

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa