This content is available in English

Ue: a Firenze e Fiesole torna “Lo Stato dell’Unione” con Mattarella, Juncker, Tajani, Draghi e Mogherini

Si parlerà di “Solidarietà in Europa” alla prossima edizione dello Stato dell’Unione (Fiesole e Firenze, 10-12 maggio) evento annuale organizzato dall’Istituto universitario europeo (Eui), perché è “un tema trasversale importante per le politiche economiche, monetarie e fiscali europee, gli investimenti sociali, le strategie di difesa e sicurezza dell’Ue, programmi su migrazione, cambiamenti climatici ed energia”. La scansione dell’incontro si dipana su tre giornate: la prima (10 maggio) presso la Badia Fiesolana, si svolgerà in sessioni parallele per analizzare come si declina la solidarietà nelle diverse aree politiche. Sarà il Presidente italiano Sergio Mattarella ad aprire la giornata. Il giorno successivo a Palazzo Vecchio, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, e della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, saranno i primi a prendere la parola, mentre il consueto intervento sullo “stato dell’Unione” sarà tenuto da Ellen Immergut, docente di scienze politiche (Eui) e riguarderà il tema “i ‘futuri’ dello stato sociale: quale ruolo per la solidarietà?”. Nel nutrito programma figurano i nomi dell’Alto rappresentante dell’Ue Federica Mogherini, di Mario Draghi, presidente della Banca centrale europea, di commissari europei, rappresentanti politici e del mondo accademico, giornalisti. Il 12 maggio l’incontro si concluderà con una “giornata aperta” con iniziative culturali preso Villa Salviati, sede dell’Università (https://stateoftheunion.eui.eu/).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo