Rai Due: “Sulla Via di Damasco”, sabato 28 aprile, una puntata dedicata ai giovani

Si parlerà di giovani a “Sulla Via di Damasco”, sabato 28 aprile, alle 7.45, su Rai Due. Riflettori accesi sulle problematiche che tormentano gli ambienti giovanili, dalla caduta dei valori alle vecchie e nuove dipendenze, dalla frantumazione delle relazioni all’ossessione di internet. Ospite del programma di mons. Giovanni D’Ercole e Vito Sidoti, sarà Chiara Amirante, fondatrice della Comunità “Nuovi Orizzonti”, da sempre vicina ai giovani più deboli, quelli che si incontrano alla stazione, nelle periferie, nelle carceri, nei “deserti dell’umanità”. All’inizio della trasmissione, l’intervista a Simone e Stefania, due ragazzi che non hanno avuto paura di diventare marito e moglie e di prendere in mano la vita, scegliendo l’amore come chiave per affrontare ogni decisione. Seguirà la testimonianza di Gianpietro Ghidini, che ha perso suo figlio, Emanuele, che ha assunto una pastiglia di una droga allucinogena. Da quella tragedia l’uomo ha raccolto lo stimolo per aiutare altri genitori a costruire relazioni forti e autentiche con i propri figli. Matteo Fabris, educatore, racconterà della difficile missione di educare nell’era digitale “con la tecnologia che ha già trasformato in profondità il modo di vivere e di comunicare dei ragazzi”. In conclusione, la storia di Enrico, un altro giovane che ha riscoperto “la gioia di vivere” grazie a una missione di strada, a fianco delle persone più povere ed emarginate.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo