Fake news: don Sciortino (Vita pastorale), “verità va detta tutta, non a pezzi”

“La verità va detta tutta, non a pezzi. E sempre. L’informazione è come una casa di vetro. Per tutti dev’essere trasparente al massimo. Senza ombre o zone grigie”. Lo scrive don Antonio Sciortino, direttore di “Vita Pastorale”, nell’editoriale del numero di maggio del mensile, anticipato al Sir. Sciortino ricorda come “per mesi, prima delle elezioni del 4 marzo, su giornali e tv non s’è fatto altro che parlare di stranieri. Di quanto fossero pericolosi e dediti a ogni sorta di delinquenza: dal furto agli omicidi. E quanto urgente fosse espellerli dal Paese”. “Ora – prosegue – a risultati incassati, sembra che non ci sia traccia di un solo immigrato in tutto il territorio”. “Chi ha speculato e vinto le elezioni, infuocando le piazze con sentimenti xenofobi, ha ben altro cui pensare”, ammonisce il direttore, evidenziando che “la preoccupazione è a come spartirsi il potere. A come occupare i posti di comando. Con più fame dei predecessori”. “Ma – secondo don Sciortino – fake news sono pure le ‘false promesse’ che illudono le persone. Soprattutto se in situazioni di necessità e di povertà”. Si tratta di “un gioco immorale, cui continuano a prestarsi i mass media. Che tirano la volata agli illusionisti di professione. O ai potenti di turno, cui si assoggettano con facilità. E senza dignità. Anzi, con una totale mancanza di etica della comunicazione”. Il direttore sottolinea l’importanza del “rispetto della verità, che è al di sopra di qualsiasi interesse. Fosse pure a fin di bene”. “Com’è capitato, di recente, a una parte di Chiesa, incappata in una fake news. Che l’ha resa poco credibile”, osserva Sciortino. “Con l’avvento dei social, c’è un’esplosione di fake news”, prosegue, “false notizie” che “diventano virali in Rete per la loro verosimiglianza. Appaiono plausibili”. Anche per questo, ricorda Sciortino, nel Messaggio per la 52ª Giornata mondiale per le comunicazioni sociali “Papa Francesco ci invita a un uso responsabile dei nuovi media”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo